Pre season 16.07.18 Halmstads v Crystal Palace 1-6

Ore 18:30 di lunedi 16 Luglio, la grande attesa é finita. La presentazione di CR7 alla Juve? Ma no! l'entrata di Roy Hodgson nella Hall of Fame dell'Halmstads per i risultati ottenuti nei meravigliosi anni 70, con  discorso tenuto dallo stesso Roy in svederse fluente davanti al CT della Svezia Janne Andersson.

Il campo ha poi detto che il Palace al netto di qualche distrazione difensiva é in buona forma. Bissaka, Riedewald e Schulpp gli unici tre che hanno mantenuto il posto rispetto alla partita di giovedì scorso in Danimarca, esordio per Hennessey tra i pali e Zaha già a casa per motivi familiari.

Partenza lenta con un Townsend in palla che parte da destra e amplia il suo raggio di azione consentendo a Benteke di trovare il gol del vantaggio al 12'. Nell'azione Benteke rimedia anche un pestone ed é costretto a lasciare il campo in favore di Kaikai.

Nemmeno cinque minuti e l'Halmstads raggiunge il pari, pigro pressing a centrocampo, pigro contrasto sulla fascia di Van Aanholt, cross in mezzo, e Silver a centro area appoggia facilmente sotto la traversa.

Si sveglia Van AAnholt, più attivo in fase offensiva, prima segna il 3-1 da fuori area poi propizia il 4-1 di Kaikai. Dopo l'intervallo con la colonnina di mercurio oltre i 28 gradi, prima che servissero forze fresche, al 61' McArthur trovava il 5-1 con la specialità della casa, il tiro a fuori.

Spazio poi per Souarè, Ward e Puncheon voglioso di scrollarsi di dosso l'inattività causata dal lungo infortunio. Voglia ben ripagata, al posto giusto al momento giusto, in mezzo all'area, trovava il 6-1 tempo e modo di firmare il 6-1 finale che chiude questa mini tournee scandinava delle Eagles.


Pre Season 12.07.18 Helsingor v Crystal Palace 2-2

Visto che quando i giochi si faranno duri, i duri comincieranno a giocare e parlare, quando sarà forse più inutile parlare, cosa c'è di meglio di un piccolo reportage dell'esordio del Palace nel profondo nord Europa in un anonimo pomeriggio di metà luglio? 
Si riparte da qui, Helsingor, Danimarca. Primo viaggio in terra danese dal 1914 quando il Crystal Palace giocò un paio di match contro una selezione di Copenaghen, ben prima che nascesse il FC Helsingor sorto dalla fusione di 5 club della zona prima sotto il nome di Elite 3000 (nome orrendo) poi con l'attuale denominazione che portò rapidamente il club in Superliga. 
L'esordio stagionale del Palace edizione 2018/19 targato Roy Hodgson é stato quindi all'Helsingor Stadium, campo per 5500 anime a 200 metri dalla spiaggia. Il più piccolo impianto della Superliga danese, che ha avuto una speciale dispensa per ospitare i match aggiungendo tribune temporanee e impalcature per permettere delle riprese televisive decenti. La cara vecchia torre TV del catalogo subbuteo per intenderci, per riferirci ai nostalgici delle merdendine anni 80.

Esordio nel nuovo Kit Puma
Davanti a circa 1500 persone, con una buona rappresentanza di tifosi inglesi in gita, il Palace in un bel pomeriggio di sole nordico in piena estate ha portato a casa un pareggio per 2-2.
Curiosità per l'esordio tra i pali di Vincente Guaita , al pari di Nya Kirby e Jaroslaw Jach. Entusiasmo per il rientro in campo di Jason Puncheon dopo l'infortunio al ginocchio datato 01.01.2018

Nemmeno 5 minuti e si va sotto: calcio d'angolo di Kohler , cross sottoporta e Guaita emozionato si fa infilare in area piccola dal brasiliano Douglas.
Helsingor più avanti nella preparazione e si vede, il loro campionato inizierà il 29 Luglio, ma le Eagles lottano, piacevole sorpresa la condizione di Puncheon e la personalità di Nya Kirby. 
Il Palace al 20' trova il pari con una deviazione sottoporta di Alexander Sorloth, ancora qualche occasione sia per i danesi che per noi e si  va negli spogliatoi sul risultato di 1-1.

Nella ripresa subito e solo due cambi; in campo Speroni per Guaita e Lokilo per Schlupp. Al minuto 55 però Roy Hodgson rivoluziona la squadra, dando spazio a Ward, Tomkins, Sakho, Van Aanholt, Townsend, McArthur, Zaha e Benteke.

L'effetto é immediato, cambio di ritmo, più velocità nelle giocate e il conseguente gol del vantaggio. Il Palace potrebbe poi chiudere la pratica in contropiede ma qualche imprecisione di troppo lascia aperto il match che si chiude con l'autogol goffo di Tomkins. Innocua palla di Olsen messa in mezzo, che sarebbe finita comodamente tra le braccia di Speroni, ma il buon Tomkins cerca di risolvere la pratica in scivolata depositando la sfera in fondo al sacco.

La mini tournee tra Danimarca e Svezia si chiuderà lunedi sera contro l'Halmstads stessa ora 18,30 italiane, visibile in diretta streaming su Palace TV.
Chi é l'Halmstads? Ma é l'Halmstads Bollklubb! Halmstads per gli amici, gioca nella serie B svedese e ha già nelle gambe 15 match stagionali. Fisicamente test probante. 

Go Eagles

Pre Season e altre sciocchezze.

Rieccoci qua, per l'ennesima volta. In piena estate, sotto un sole di rame, consultando il calendario delle amichevoli estive del Crystal Palace. Cercando di capire chi viene e salutando chi va. Cabaye per esempio, in pensione dorata nel deserto arabo.

Potevamo fare un bell'articolo celebrativo dell'impresa di Roy Hodgson che ha traghettato il Palace verso una nuova salvezza e una nuova stagione di Premier League. Forse più che traghettato l'ha recuperata direttamente dagli abissi in cui DeBoer ci aveva fatto sprofondare.
Come già detto é bastato il buonsenso di Roy, mettendo gli uomini giusti al posto giusto per qualche bella soddisfazione e un buon undicesimo posto.
Ma non é questa la sede per glorificare ed incensare Roy Hodgson da Croydon, lo abbiamo fatto in tempi non sospetti, quando alla guida della nazionale stava per andare a sbattere contro l'Islanda ad Euro2016, quindi per scaramanzia, visto che siamo alla vigilia di una semifinale mondiale e tutto sommato ai bianchi di Inghilterra vogliamo bene, non andiamo oltre.

Torniamo alle cose concrete, Roy forse allunga il contratto, ma sono quisquilie, se si riparte con una striscia DeBoer Style, saranno tanti saluti anche per lui, con buona pace dei bei sentimenti, della proposta di allungamento del contratto, dell'uomo di Croydon.

Partiamo quindi dalle amichevoli, si parte con il minitour nel nordeuropa: Helsingor alle 5.30 PM dopodomani 12 Luglio e stessa ora si giocherà Lunedi 16 Luglio contro l'Halmstads. Sabato 21 e Sabato 28 Luglio due partite in patria in trasferta, alle classiche 3PM contro Oxford United e Reading e il classicone che chiude la preseason, la partita a Selhurst Park Sabato 4 Agosto contro il Tolosa alle 4PM. Il weekend successivo inizierà l'ennesima e incredibile stagione in Premier League, in trasferta contro il Fulham, per la precisione Sabato 11 Agosto 3PM.

Premier che proseguirà con due passaggi televisivi, Lunedì 20 Agosto alle 8PM in casa contro il Liverpool e Domenica 26 Agosto alle 130PM contro il Watford in trasferta. 
Mercato? non parliamo di mercato? No, non parliamo di mercato. Tanti inutili rumors, Zaha Townsend probabili partenti, in mezzo ai rinnovi di Ward e Hennessey. Ne parleremo dopo il mondiale tra un'amichevole e l'altra, quando c'è spazio per sognare, in attesa, chissà che la nazionale dei tre leoni, faccia sognare gli inglesi, magari con il contributo del nostro Loftus -Cheek.